La prima visita nutrizionale

Cosa la porta a fare questo incontro? Quali sono i suoi obiettivi?

Ecco, così solitamente inizia un primo approccio con chiunque voglia iniziare un percorso con me: è importante che io sappia non tanto il peso, quanto più le motivazioni del soggetto; in modo tale da impostare un piano che sia raggiungibile, fruibile Cucina sanae adatto.

Dopo questa breve prefazione, verranno analizzate le abitudini alimentari, quindi quando, cosa e quanti cibi si introducono, dove ci si trova, in compagnia di chi, cosa si beve ecc…. così da avere un primo quadro su cosa è possibile modificare e migliorare.

Si passerà dunque ad una valutazione della composizione corporea tramite un bioimpedenziometro (strumento che rileva le percentuali di massa magra, massa grassa e liquidi corporei) e delle circonferenze di vita e fianchi.

salad-374173_1920Al termine della visita, della durata di un’ora circa, si porranno le basi per il cambiamento a livello alimentare e di movimento, e si farà insieme, perchè ognuno deve diventare l’attore principale del proprio cambiamento. Come ripeto il mio intento è cercare di creare un trasformazione radicale, non dare una ricetta medica da effettuare per un determinato periodo.

Il piano alimentare verrà consegnato e spiegato in un secondo momento, proprio perchè ogni dieta è calcolata per la persona.

A questo punto verrano concordati i vari incontri di controllo.

Per ulteriori informazioni o per prenotare una visita puoi contattarmi  ai miei recapiti che trovi nella pagina contatti o seguimi su Facebook